(placeholder)

Lezioni con domande e risposte

DE / DK / EN / ES / FR / HR / HU / IT / SL

Aikido in Vita Reale

Aikido in Vita Reale


La maggior parte delle persone pensa che ciò che pratichiamo all'interno del Dojo sia la stessa cosa di una situazione reale fuori dal Dojo. Questa è l'idea degli sport competitivi e delle tecniche di auto difesa. L'Aikido non è nessuna delle due cose.


La vita fuori dal Dojo può essere Vita Quotidiana o Vita Reale. La Vita Quotidiana è ciò che ci accade ogni giorno, come mangiare, lavorare in ufficio o dormire. La Vita Reale è costituita da eventi rari quali incidenti, la nostra casa che brucia o essere attaccati fisicamente per strada.


La pratica del Ki è fatta per prepararci a queste cose. E' anche possibile che qualcuno possa attaccarci in modo che l'Aikido in Vita Reale diventa necessario. In queste situazioni l'unica via che possiamo seguire è di cambiare la mente, sia quella degli altri che la nostra.


Bisogna capire questa verità della Vita Reale. Le tecniche di Aikido nella Vita Reale devono cambiare la mente delle altre persone.


4 Aprile 2020


Perché la competizione non è una via per la vita


La vita è il susseguirsi di atti. Un atto è una espressione di se stessi all'interno dell'ambiente che percepiamo. Tutte le vite compiono atti, ma le piante e gli animali agiscono in accordo con il loro istinto innato. Gli esseri umani non hanno un istinto così sviluppato e per questo devono imparare a compiere atti. Questo significa che gli esseri umani hanno la possibilità di migliorare i loro atti e che questa è una componente fondamentale dell'umanità.


Come fanno gli esseri umani a migliorare la loro capacità di compiere atti? L'unica via è l'immaginazione e non l'esperienza. Anche le piante e gli animali possono migliorare i loro atti mediante l'esperienza, ma questo miglioramento si traduce sempre ad una forma di combattimento. Il combattimento e la competizione possono migliorare solo quegli atti legati al combattimento. Le piante e gli animali possono combattere perché i loro atti sono fondamentalmente limitati dal loro istinto. Invece gli esseri umani possono distruggere il mondo intero e loro stessi mediante atti di combattimento. Questo è il motivo per cui il miglioramento attraverso la competizione ed il combattimento non è la via della Vita.


Quando pratichiamo Aikido, immaginiamo sempre il futuro un secondo più avanti e agiamo. L'immaginazione del futuro è l'unico modo di migliorare i nostri atti al fine di creare una vita migliore ed un mondo migliore. Quando competiamo o combattiamo sviluppiamo dei riflessi condizionati allo scopo di vincere. Tutti i riflessi condizionati sono basati sul passato e dunque non creano un futuro migliore. Questo è il motivo per cui la competizione ed il combattimento non creano l'abilità di migliorare la nostra vita e il mondo.



6 Aprile 2020